La Terra di Piero e Cosenza per l'emergenza (di Sergio Crocco)

 

La Terra di Piero offre un servizio, in forma totalmente gratuita, a chiunque abbia bisogno, in questo momento contingente, di espletare un qualsiasi servizio fuori di casa e non possa farlo. Ci rivolgiamo a persone anziane, con disabilità o in quarantena volontaria a Cosenza e dintorni. Di contro, cerchiamo volontari che vogliano darci una mano in questo piccolo sostegno da dare a chi è in difficoltà. Potete chiamare (per i volontari mandare messaggi) al 3382073382. Ovviamente il tutto è organizzato in modo totalmente conforme a quanto prescritto dalle autorità preposte. La Terra di Piero è sempre un sorriso.

IL CARRELLO SOLIDALE In questo periodo, assieme ai compagni di Prendocasa, il Collettivo Femin e Soccorso Speranza stiamo dando una mano alle famiglie in difficoltà, messe ancora più a dura prova dalla vicenda Coronavirus. Per favore, chi può ci aiuti attraverso l'acquisto de beni contenuti in questa lista. Se ci contattate o chiamate veniamo a prenderli noi, con i dovuti accorgimenti. Non lasciamo solo nessuno. Cosa serve: pasta (ditali, rigatoni, penne), sugo (passata, polpa, pomodorini), carne (macinato misto, pollo, vitello), olio (semi e oliva), sale, zucchero, biscotti, legumi (fagioli, ceci, lenticchie), verdure (patate, zucchine, melanzane, peperoni), riso, burro, tonno, carne in scatola. Materiale: vaschette alluminio monoporzione usa e getta, detergente intimo, spazzolini, dentifricio, sapone, bagnoschiuma, sacchetti per surgelati.

PER AMORE DI VERITA’ Non è falsa modestia ma amore di verità. Personalizzare l'enorme lavoro che si sta facendo a favore delle fasce più deboli di Cosenza su Sergio Crocco è sbagliato. Troppe volte leggo ringraziamenti solo al mio nome e non è corretto, seppure fatto in buona fede. Capisco che molto spesso lo si fa per comodità di ragionamento, ma sarei ingiusto se non dicessi che un gruppo di volontari favoloso sta lavorando come e più di me. Tutti i componenti della Terra di Piero, ad iniziare da Ciccio ...dillà. cuoco instancabile, I ragazzi di Cosenza Vecchia, quelli degli Anni80, i volontari di Prendocasa, di Soccorso Speranza, del Collettivo Femin, di Radio Ciroma, dello Sparrow, di Fierainmensa e di tutte le persone ed aziende che ci stanno supportando. Divido in parti uguale i complimenti per una cosa che è storica. Siate orgogliosi di Cosenza nostra.

LA ZINGARA E LE ORDE C'è una leggenda metropolitana che credo sia la più abusata del mondo. E' quella che racconta che ogni volta che viene inaugurato un nuovo ipermercato, immancabilmente succede che viene beccata una zingara in un bagno assieme ad una bambina che stava per rapire. Non ha nulla di vero questa cosa. Ma la gente ci crede talmente tanto da autoconvincersi. A tal punto che persone abbastanza sane di mente giurano di aver visto con i loro occhi la stessa identica scena, proprio con le stesse modalità, alla periferia di New York come a Zumpano. Gli studiosi di psicologia di massa si sono scialati a studiare questo fenomeno. A Cosenza sta capitando la stessa cosa. Chi vi parla di traffico clamoroso, di assembramenti incredibili, di orde di cittadini indisciplinati che escono a tutte le ore, è in preda al delirio di leggenda metropolitana. Sono in giro tutto il giorno a ritirare spese da benefattori e consegnarne a bisognosi. Non vedo traffico da almeno 20 giorni, non vedo assembramenti che non mi ricordo. Vedo più di tre persone solo in fila ai supermercati e alla posta ben più distanti del metro di ordinanza. Vedo la città deserta e allora mi chiedo il perché di questa voglia di accusare per forza qualcuno. La risposta che do a me stesso è che quando la paura diventa angoscia, questa per autoalimentarsi ha bisogno di nemici. In una guerra che come tutte le guerre vede perdenti sempre i più deboli. Che, paradossalmente sono proprio quelli che più alimentano, perché partono da una condizione di maggiore debolezza e dunque di maggiore angoscia, un clima così pesante. Per questo non mi stancherò mai dal mettere in guardia chi ha la bontà di leggermi da chi immagina zingare che rubano bambini e macchine in terza fila, autoconvincendosi e convincendo chiunque ci creda. Vi prego: restate a casa ma restando umani, diffidando da chi cerca nemici a tutti i costi. Negli ormai 500 pasti caldi che distribuiamo ogni giorno come Terra di Piero assieme alle altre associazioni, mettiamo un biglietto virtuale. C'è scritto: “Diamoci una mano virtuale tutti”, anche semplicemente sapendo guardare la realtà. Ne usciremo. Ma meno incattiviti, vi prego.

PASQUA PER TUTTI Domenica prossima 12 Aprile in tutte le famiglie calabresi si sarebbe festeggiata la Pasqua in pace. Noi vogliamo che sia così anche in tempi di pandemia. Dunque annunciamo che il giorno di Pasqua porteremo alle famiglie che stiamo assistendo con i pasti caldi il pranzo pasquale, che sarà composto da pasta al forno e frittata pasquale Non cucineremo agnello per rispetto della sensibilità degli amici degli animali. Nessuno resterà indietro, nemmeno a Pasqua, mai! La Terra di Piero, Prendocasa, Soccorso Speranza, Collettivo Femin, Sparrow, Fierainmensa, Cosenza mmischata, i ragazzi di Cosenza Vecchia e Anni80.

www.laterradipiero.it

 

Sergio Crocco (Presidente associazione La Terra di Piero)

 

 

 

Please reload

In primo piano

Riparti Calabria con forza ed entusiasmo (di Jole Santelli)

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

© 2015 By GBProduction Photography