Buona Pasqua Cosenza bella e solidale (di Mario Occhiuto)

 

Carissimi cittadini,

qualche altro giorno ancora e sarà Pasqua.

In altri tempi -non troppo lontani- saremmo stati impegnati a pianificare vacanze e pranzi di famiglia o fuori porta.

La Pasqua di quest'anno ci coglie invece in uno spazio in cui il rumore della città, ormai quasi silente, ci riporta a quell'origine misteriosa da cui sono scaturite tutte le nostre parole e il mondo stesso.

Tutti noi stiamo aspettando una resurrezione. Insieme a Cristo aspettiamo di risorgere ad una vita nuova e nello stesso tempo antica, con e per gli altri, dove i giorni possano essere pieni di bellezza condivisa e in cui la bellezza sia espressione della bontà del mondo.

Anche la nostra bellissima città, oggi con i suoi spazi pubblici tristemente desolati e privi della presenza umana, risorgerà. La città è l’invenzione più straordinaria degli uomini perché è l’essenza stessa dell’istinto primordiale di voler “stare insieme” gli uni con gli altri. Non può esistere vita senza la città, perché la città riflette la vita e i sentimenti di chi la abita.

Con l'augurio che questa Pasqua possa essere un giorno bello per tutti, per i nostri giovani che magari immaginavano compagnie diverse a cui devono rinunciare ma che oggi hanno la fortuna di poter riscoprire la gioia di ritrovare consuetudini abbandonate, per le persone sole che hanno cercato e forse trovato, con una video telefonata, con un libro, il modo di sentirsi meno soli anche in un giorno di festa, per quanti hanno dovuto tristemente sperimentare disagi economici e a cui magari è giunto un segno di concreta solidarietà, per tutti quelli che la passeranno in ospedale, medici, infermieri e ammalati a cui basterà un sorriso per risorgere alla speranza.

Il mondo è pieno di bellezza e il bello è buono. Basta saperla cercare anche in questi momenti difficili. E cogliere.

Noi, a seguito di questa vicenda, diventeremo più capaci nel saper cogliere la bellezza e rafforzeremo lo spirito di  solidarietà. E la nostra città diventerà ancora più bella e straordinaria perché rifletterà i sentimenti positivi di chi la abita.

È questa la resurrezione che auguro ad ognuno di noi, dal profondo del cuore.

 

Mario Occhiuto (Sindaco di Cosenza)

 

 

 

Please reload

In primo piano

Riparti Calabria con forza ed entusiasmo (di Jole Santelli)

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

© 2015 By GBProduction Photography